generAzione VintaGe: Caro Diario

 

Agosto… Mese di abbandoni totali, di città, di persone, di animali, di camerette disordinate. E visto che difficilmente potreste portarvi una qualsiasi rivista online sulla spiaggia, quasi per fare a gara col vicino di pedalò che si cimenta in Dan Brown (per dirne uno eh!), almeno ricordate il portatile o l’IPad o il telefonowebmunito per sfogliare con anima e pixel “vecchie amarognole nostalgie generAzionine”.

Insomma, se non vi siete mai letti la rivista (pentitevi), se tra il passaggio da un blog all’altro vi siete persi buona parte dei contenuti e se uno dei nostri autori è ormai vostro idolo giovanile allora… generAzione VintaGe. Vecchi brani ben fatti riproposti per non abbandonare questa rivista, questo sito, questo LEGGERE e SCRIVERE.

Buone vacanze. Ovunque voi siate.

 

 

 

Caro Diario di Alessandra Trevisan

 

 

Caro diario, Giovanni Boine era un outsider. Rileggo pagine, studiate per un corso monografico. E appunti, e i suoi scritti ‘nel’ tempo e senza tempo; un’esperienza letteraria peculiare che ha dato una svolta allo scorso secolo. E quella volta al MART di Rovereto per la temporanea Il secolo del jazz, ho visto copie de La Voce, simbolica rivista di un’epoca in-forma le vecchie pagine ingiallite mi fanno innamorare, come per certi autori morti presto. E penso a Boine [e alla Plath! E a Jeff Buckley! Sono blasfema negli accostamenti (l’ho sempre saputo)].Siamo tutti maledettamente fragili, e sognatori. «Ogni forma, lirica, dal diario al frammento, purché ci sia vita» declamava quel professore a me caro: la vita usciva dalla sua bocca e Boine con lui. Ricordo le recensioni di Plausi e Botte, a Rebora, a Campana e Sbarbaro: quella lingua vergine, priva di ogni impurità dannata dal tempo (ne La Riviera Ligure?).  La generazione degli anni ’80: come la mia, un secolo prima! Freschi pensieri, sintomatico pessimismo politico, senso civico (altro che belle époque!).Tutta la vita davanti.Tutta la realtà filtrata dai pori della pelle finisce nella pagina, quasi per osmosi: c’è verità.C’è impegno (?). Impegno lirico, immaginifico.Impegno terreno. Impegno sostanziale, di ‘svecchiamento’. Affinità. Non-diversità. «E come tu vuoi ch’io rinsaldi l’oggi all’ieri labbra d’abisso, ferita divaricata dell’infinito?»Filosofia della letteratura. E pregnanza.  Frammentismo come unica modalità di completezza (ossimoro logico).Lalla Romano: la amo, allo stesso modo. Nel suo testamento c’è lo spirito di chi condensava in poche lettere un mondo, e una vita. Rivive in queste ri-lettura. Giovanni e Lalla; decenni e un fil rouge che unisce, accostando colori, forme, espressività ingombrante di sofferenze comuni. Frantumi. Frantumazione: di un’esistenza e della realtà, martoriata dalla guerra che fa morire giovani e già stanchi.  Il nome: «Non mi torrete il nome. Lo abbraccio come uno scudo. – Tra la smarrita paura dell’ieri e l’oggi vissuto, ho messo a ponte il mio nome» / Il dovere: «Il dovere è il mio diritto. Non m’impedirai di compirlo» / L’attimo come pienezza nella sofferenza: «Non v’è altro eterno che l’attimo».I malati riflettono su una condizione che è singolare e allo stesso tempo universale. La storia universale è in tutti gli uomini; riconoscimento di sé nell’altro. Il pensiero originale che si fa “di tutti” è un pensiero svincolante.Ammirazione: chi riesce a concentrare su carta, privandosi dei vincoli è divino poeta. Sproloquio malato/sognate autoanalisi/aspra vertigine  Boine outsider della parola, dell’immagine. Poeta dell’universale.

Annunci

scrivici che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Lettori

    • 81,718
  • Archivio

  • Iscrivendoti potrai leggere gli articoli appena postati, i commenti fatti, le immagini pubblicate.

  • La rivista e l'intero materiale presente su questo sito appartengono ai loro legittimi proprietari. Le opere possono essere trasmesse purché siano segnalati gli autori e non sia a scopo di lucro. Tutto quello che viene scritto nella rivista e sul sito è espressione individuale del suo autore. Le immagini utilizzate sono sempre degli autori di generAzione e dei suoi collaboratori, dove non indicato sono state prese dal web ricercando immagini in CC e prive di copyright. Se vedi un'immagine che ti appartiene contattaci subito e la toglieremo.

    Creative Commons License 2013 - generAzionerivista
  • Creative Commons License

    Ebuzzing - Top dei blog - Letteratura Ebuzzing - Top dei blog - Cultura