generAzione reloaded – Autori

Le riviste sono fatte di persone, di idee, di progetti, di lavoro (non poco lavoro, in effetti). Attraverso gli autori di generAzione vi presentiamo la rivista stessa, il suo senso vitale, il suo perchè. A ciascuno di loro è stato chiesto di rispondere a sette facili domande con cui esprimere non solo se stessi ma anche generAzione. Sta a voi capire se ci sono riusciti.

 

ALESSANDRA TREVISAN (bio e mirabolanti avventure qui)

 

1) Cosa vuol dire scrivere su una rivista per te

Significa in primo luogo ‘esprimersi’ e far circolare delle idee in modo – mi auguro – consapevole e intelligente.

2) Cosa, di generAzione, ti ha colpito e ti ha portato a scriverci sopra

La certezza che il team di lavoro fosse uno dei migliori mai incontrati in vita mia, composto da persone pensanti con cui condividere idee, passioni e soprattutto con cui confrontarsi sulla letteratura. Io di persone così ne conosco pochissime.

3) Scrivere online è un pregio o un difetto? Un plus valore o qualcosa di inutile?

Sosterrò fino in fondo il valore della rete: di certo è dispersiva ma non v’è ‘luogo’ fisico in cui le idee circolino meglio e con facilità. Saper riconoscere il valore di queste idee è un altro paio di maniche e chi scrive online per un progetto letterario, generalmente, tiene conto della qualità di ciò che pubblica.

4) Se pensi al verbo “scrivere” ti viene in mente…

Libertà.

5) Il libro che può essere misura del tuo mondo, della cultura con cui sei cresciuto, misura di te.

Il Giovane Holden

6) Le riviste online possono continuare a esistere o sono fini a loro stesse?

Credo al momento siano la vera innovazione del Duemila, in campo letterario. Forse fra pochi anni si evolveranno le forme – non so prevedere in che modo – ma le parole dovranno sempre avere il medesimo spazio.

7) Leggere, riflettere, pensare, agire. Verbi in disuso?

Parlare di cultura oggi è necessario, come vi sono molti altri tempi necessari. Citerò per esprimermi, anche se il mio discorso sembrerà ribaltare la modalità che ho scelto, Michele Serra, il quale a Festivaletteratura 2010 diceva che oggi il ‘far fatica’ non esiste più, in questo Paese soprattutto, in tutti i campi e in quello culturale men che meno – se consideriamo chi ne fruisce o dovrebbe fruirne -; questi verbi portano in primo piano una fatica mentale (e intellettuale) a cui ci siamo disabituati quasi tutti. Sempre più ricicliamo idee e pensieri degli altri, passivamente, cosicché sembri (e forse lo è) un’operazione inconsapevole. Forse non desideriamo più ‘conoscere’ [riflettere e pensare] e confrontarci con gli altri [agire]; se disimpariamo come si fa però non ci sarà più progresso ed innovazione, in alcun campo perché come si sente ben dire in questo triste 2010, senza pensiero non c’è futuro.

 

Leggi due testi di Alessandra tratti dalla rivista: Flipper e Youth is gone

 

scrivici che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Lettori

    • 78,217
  • Archivio

  • Iscrivendoti potrai leggere gli articoli appena postati, i commenti fatti, le immagini pubblicate.

  • La rivista e l'intero materiale presente su questo sito appartengono ai loro legittimi proprietari. Le opere possono essere trasmesse purché siano segnalati gli autori e non sia a scopo di lucro. Tutto quello che viene scritto nella rivista e sul sito è espressione individuale del suo autore. Le immagini utilizzate sono sempre degli autori di generAzione e dei suoi collaboratori, dove non indicato sono state prese dal web ricercando immagini in CC e prive di copyright. Se vedi un'immagine che ti appartiene contattaci subito e la toglieremo.

    Creative Commons License 2013 - generAzionerivista
  • Creative Commons License

    Ebuzzing - Top dei blog - Letteratura Ebuzzing - Top dei blog - Cultura