generAzione reloaded – Autori (VI)

Le riviste sono fatte di persone, di idee, di progetti, di lavoro (non poco lavoro, in effetti). Attraverso gli autori di generAzione vi presentiamo la rivista stessa, il suo senso vitale, il suo perchè. A ciascuno di loro è stato chiesto di rispondere a sette facili domande con cui esprimere non solo se stessi ma anche generAzione. Sta a voi capire se ci sono riusciti.

 

FLAVIA RUSSO (leggi avventure, miracoli, imprese e altro che la riguarda qui)

 

1) Cosa vuol dire scrivere su una rivista per te

Avere almeno una volta al mese un faccia a faccia con quello che penso del Mondo e sforzarmi nel cercare di esprimerlo al meglio.

2) Cosa, di generAzione, ti ha colpito e ti ha portato a scriverci sopra.

Il grande entusiasmo con cui è nata l’idea. Quel giorno, al pranzo dei volontari di Festivaletteratura, ogni cosa sembrava possibile e molte cose, in effetti, si sono rivelate tali.

3) Scrivere online è un pregio o un difetto? Un plus valore o qualcosa di inutile?

Scrivere on line non è nè un pregio nè un difetto, è il presente. Nel mio modo di vedere, comunque, spero resti sempre qualcosa che affiancherò alla carta stampata, mio solo e unico amore.

4) Se pensi al verbo “scrivere” ti viene in mente…

Uno sforzo entusiasmante.

5) Il libro che può essere misura del tuo mondo, della cultura con cui sei cresciuto, misura di te.

Questa è difficile. Bianca Pitzorno e le bambine protagoniste dei suoi libri sono state, nel fondamentale periodo dell’infanzia, sicuramente la misura del mio mondo. Le Tre corone rappresentano la cultura in cui sono stata cresciuta, per colpa di una mamma insegnate di lettere che porta sempre Dante nella borsa.  J. K. Rowling è la misura di me, tutto quello che vorrei diventare. 

6) Le riviste online possono continuare a esistere o sono fini a loro stesse?

Devono continuare a esistere anche se talvolta fini a loro stesse. Anche quella è pluralità di informazione.

7) Leggere, riflettere, pensare, agire. Verbi in disuso?

La gente legge, il problema è cosa.  Riflettere, come anche pensare, beh… non sono sicura di farlo neanche io quanto dovrei.
Il verbo “agire” lo si sta rivalutando proprio in questo periodo, e credo che un po’ tutti dobbiamo riabituarci all’idea di poter Fare e non soltanto Dire.

Leggi due brani di Flavia tratti dalla rivista: Generazione sospesa e Resistere

 

 

Annunci

scrivici che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Lettori

    • 81,669
  • Archivio

  • Iscrivendoti potrai leggere gli articoli appena postati, i commenti fatti, le immagini pubblicate.

  • La rivista e l'intero materiale presente su questo sito appartengono ai loro legittimi proprietari. Le opere possono essere trasmesse purché siano segnalati gli autori e non sia a scopo di lucro. Tutto quello che viene scritto nella rivista e sul sito è espressione individuale del suo autore. Le immagini utilizzate sono sempre degli autori di generAzione e dei suoi collaboratori, dove non indicato sono state prese dal web ricercando immagini in CC e prive di copyright. Se vedi un'immagine che ti appartiene contattaci subito e la toglieremo.

    Creative Commons License 2013 - generAzionerivista
  • Creative Commons License

    Ebuzzing - Top dei blog - Letteratura Ebuzzing - Top dei blog - Cultura