Alex Bellini insegue i sogni – Festivaletteratura 2011

 

Festivaletteratura e I Sogni

Occhi azzurri come l’acqua, come quella che per tutto il centro di Mantova durante i giorni del Festival, dalle fontane, ha dissetato centinaia di volontari. Seduto sul palco della Piazza Virgiliana, osserva il pubblico prendere posto sotto il tendone. Qualche volta gira lo sguardo e sorride a Sofia: due anni e tanti riccioli biondi. Alex Bellini, in quegli occhioni color ghiaccio, ha trovato il senso della sua vita. Negli anni è andato a cercarlo, inseguendo sogni e sfide: ha corso per 250 km nel deserto del Sahara; ha attraversato prima l’Oceano Pacifico e poi l’Oceano Atlantico da solo, su una barca a remi; e ha appena concluso la “Footrace 2011”, massacrante ultramaratona, correndo cinquemila chilometri in settanta tappe da Los Angeles a New York.
Nella solitudine, nella fatica e scoraggiamento, nelle difficoltà e nelle soddisfazioni, l’atleta è riuscito a sopravvivere a se stesso, alla consapevolezza di essere la persona più debole del mondo, alla paura della morte, fedele e rischiosa compagna: attraverso queste sfide fisiche e umane, Alex ha trovato il senso e l’importanza della sua vita. Si è reso conto di quanto fosse sottile e precario il filo della vita, di quanto l’acqua e il mare diano all’uomo l’illusione di essere invincibile e di quanto, dopo un attimo o un imprevisto, l’uomo si possa sentire limitato e sia costretto ad ammetterlo.

Ad ogni traguardo, il viaggio di ritorno è sempre il viaggio più bello per Alex: la sua non è volontà di fuggire, bensì di rincorrere sogni, inseguire idee. E quando, al suo ritorno, varca la soglia di casa, è pieno, ricco e cambiato. Vuole dare un senso, IL Senso ad ogni sua giornata, anche quelle della routine; non vuole lamentarsi, non ama lamentarsi; ringrazia chi ha incontrato nei suoi viaggi perché l’ha reso in qualche modo più saggio; ringrazia sua moglie Francesca, colei che lo sprona a partire e ripartire. Nonostante la sveglia quotidiana delle cinque, Alex si alza sempre con il sorriso: sa che dopo un’ora vedrà tutto dall’alto, volerà su, lontano da tutto (tra le sue attività lavorative, ora è anche pilota di mongolfiere!).
Dice di non essere fisicamente portato per sostenere i rimpianti. Ascolta i suoi sogni, accoglie le sfide che visceralmente sente, si allena, sceglie e… parte. Se necessario, si ferma, riconosce il suo limite in quanto essere umano, lo accoglie e torna. Non perdente. Vincitore, perché consapevole di aver scelto la vita e di non aver accettato di rinunciare alla vita per un’avventura. Rischia ma trova anche nell’insuccesso una valorosa capacità formativa.
Con Federico Taddia, giornalista e conduttore radiofonico, l’atleta ripercorre poi le tappe della “Footrace 2001”, raccontando gli incontri più strani che hanno dato il vero significato a quella lunga corsa, descrivendo le cose trovate per terra nei cinquemila chilometri faticosamente solcati.
Di fronte a lui, l’evidente coinvolgimento e l’ammirazione da parte del pubblico porta alla conclusione dell’incontro, intriso di grande rispetto per un uomo che, nella sua folle giovinezza, lascia anche al festival genuina saggezza, emozioni e una grande voglia di partire.

Raccolgo moleskine, penna e nodo in gola, mi avvio in redazione. Fremo, ho bisogno di scrivere. E nella strada ciottolata, piango. Mi commuovo. Lascio bagnare i sassi e sorrido ad un’altra esperienza ormai quasi conclusa.
Lunga vita a Mantova, al Festivaletteratura e a chi, nonostante tutto, continua a battersi per un evento che ogni anno riunisce, conosce e condivide cultura/e.

 

 www.festivaletteratura.it

 

Annunci
Comments
One Response to “Alex Bellini insegue i sogni – Festivaletteratura 2011”
  1. iurimoscardi ha detto:

    Grande Alex: noi dai monti arriviamo ovunque:)

scrivici che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Lettori

    • 82,436
  • Archivio

  • Iscrivendoti potrai leggere gli articoli appena postati, i commenti fatti, le immagini pubblicate.

  • La rivista e l'intero materiale presente su questo sito appartengono ai loro legittimi proprietari. Le opere possono essere trasmesse purché siano segnalati gli autori e non sia a scopo di lucro. Tutto quello che viene scritto nella rivista e sul sito è espressione individuale del suo autore. Le immagini utilizzate sono sempre degli autori di generAzione e dei suoi collaboratori, dove non indicato sono state prese dal web ricercando immagini in CC e prive di copyright. Se vedi un'immagine che ti appartiene contattaci subito e la toglieremo.

    Creative Commons License 2013 - generAzionerivista
  • Creative Commons License

    Ebuzzing - Top dei blog - Letteratura Ebuzzing - Top dei blog - Cultura