Buona primavera, Buona poesia

Finalmente! Dopo mesi e mesi di freddo terribile e pomeriggi bui, oggi inizia la primavera. Possiamo (se abitate al nord, fatelo con una certa cautela) abbandonare giacconi e sciarpe e maglioni e goderci il primo sole; magari girando per un prato o un parco a cercare le prime margheritine…

Forse in pochi sanno che oggi è anche la Giornata Mondiale della Poesia: la decisione di istituirla è stata presa nel 1999 dall’UNESCO (mica pizza e fichi) ed è diventata realtà per la prima volta nel 2000. Da allora, il 21 marzo di ogni anno viene dedicato a questa bellissima e ancora molto viva forma di arte (o, più semplicemente, di sentimento e di comunicazione). Sebbene a livello “ufficiale” abbia perduto il ruolo di primissimo piano che le è spettato fino al ‘700-‘800, la poesia anche oggi è più che mai viva: si è tolta di dosso le rigidissime regole (la rima, le strofe, la metrica, il ritmo) che prima dovevano essere rispettate senza sgarri, ma questo non vuol certo dire che è scomparsa.
Si è fatta più “comprensibile”, più prosastica: naturale, pena la scomparsa vera e propria, in una società che ha abbandonato sempre di più le gerarchie e le sacralità. E anche se qualcuno storce il naso, una poesia “semplice” non è detto che sia anche superficiale o fatua: anzi, al contrario una forma più accessibile rende più comprensibile a più persone il suo contenuto. E poi non è detto che chi la legge proprio grazie alla sua attuale “facilità” non approfondisca poi la conoscenza leggendosi i classici antichi e moderni.

La poesia è il veicolo privilegiato per una comunicazione più diretta, direi quasi universale, di ciò che più ci contraddistingue come uomini: evita di soffermarsi sui particolari, come invece fa la prosa, per andare al generale. Uno dei meriti che le si riconosce oggi con questa Giornata è la sua importanza nella promozione del dialogo e della comprensione interculturali, della diversità linguistica e culturale, della comunicazione e della pace.

In tutta Italia e in tutto il mondo oggi ci sono eventi dedicati alla poesia. Anche generAzione si occupa di poesia: dal 19 gennaio è on line la nostra rubrica Le mie poesie non cambieranno il mondo, dove bisettimanalmente proponiamo l’opera di un autore filtrata dal nostro sguardo. Per fare gli auguri alla Poesia vi riproponiamo perciò le recensioni della nostra rubrica, da leggere e condividere.

Tanti auguri Poesia. E buona lettura.

Annunci

scrivici che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Lettori

    • 82,416
  • Archivio

  • Iscrivendoti potrai leggere gli articoli appena postati, i commenti fatti, le immagini pubblicate.

  • La rivista e l'intero materiale presente su questo sito appartengono ai loro legittimi proprietari. Le opere possono essere trasmesse purché siano segnalati gli autori e non sia a scopo di lucro. Tutto quello che viene scritto nella rivista e sul sito è espressione individuale del suo autore. Le immagini utilizzate sono sempre degli autori di generAzione e dei suoi collaboratori, dove non indicato sono state prese dal web ricercando immagini in CC e prive di copyright. Se vedi un'immagine che ti appartiene contattaci subito e la toglieremo.

    Creative Commons License 2013 - generAzionerivista
  • Creative Commons License

    Ebuzzing - Top dei blog - Letteratura Ebuzzing - Top dei blog - Cultura