Gratuita mente – Il numero natalizio di generAzione rivista

Natale è passato da poco; com’è andata? Avete mangiato come se non ci fosse un domani? Ma, soprattutto, che voto date a Babbo Natale: è stato generoso (o almeno in linea con le aspettative)? In ogni caso, è inutile che fate i soddisfatti, perché il regalo più grande che poteva capitarvi è il numero XXII di generAzione rivista: GRATUITA MENTE. Un po’ come la ciliegina sulla torta, che rende davvero speciale il pandoro col ripieno di zabaione o il panettone col cioccolato invece dell’uvetta, queste 30 pagine sono quello che vi mancava per essere davvero contenti come bimbi.
Abbiamo scelto di parlare della gratuità: nulla a che fare con soldi e sconti da centro commerciale, bensì quattro racconti, una lettera e una poesia che parlano della gratuità intesa come dono, senza pretese di ricompensa. È un numero molto sfaccettato, non monotono ma ricco di spunti diversi tra loro: per riflettere su come la nostra generazione, così spesso presa a pesci in faccia, stia riscoprendo il piacere del fare le cose per pura passione.

Chissà perché gratis, che dal latino gratiis è arrivato dritto fino all’italiano talmente pieno è il suo significato (per grazia), venga sempre associato al denaro. Noi invece l’abbiamo affiancata al concetto di dono.
Ma la storia delle parole ci offre un intero scenario di sfumature di senso, da cui possiamo trarre spunto per riflettere. Infatti, in latino i termini per indicare “dono” sono due, con significati profondamente diversi: donus e munus. Il primo identifica un oggetto offerto in dono. Il secondo ci spiazza un po’: ha come radice indoeuropea *mei, che è quella del cambiare. In greco diventa ameibo che è dare in cambio, cambiare. In latino, dà origine a vocaboli come munis, obbligato, riconoscente (poi communis, comune a molti, pubblico, e communitas-atis, ossia comunanza, socievolezza). Munus-neris è la prestazione, l’ufficio, il compito. La radice si estende anche al vocabolo migratio-onis.
Così la nostra generazione guarda al futuro ma anche al passato: in questo numero abbiamo recuperato il concetto di gratuità inteso come dono di una parte di noi, che può essere la passione, l’intelligenza, la volontà, la solidarietà. In una società le cui leggi del mercato stanno cambiando, i giovani riscoprono la cura umanista di fare le cose per piacere e passione. Ovunque, e in diversi modi.

Inoltre, siccome è Natale, vi facciamo — com’è ormai consuetudine nostra (vedi i numeri di Natale del 2011 e del 2010) — anche un secondo regalo: un bellissimo speciale natalizio dedicato ai sette vizi capitali con dei bellissimi disegni di Mattia Provezza, che ringraziamo di cuore.

Leggete e sfogliate la RIVISTA qui, su Issuu e nel nostro archivio. Invece, trovate il nostro superspeciale nel nostro superarchivio qui oppure su Issuu qui.

Più buoni di così cosa volete? Buone feste e buone letture (le nostre sono sempre gratis, ricordatevelo).

Annunci
Comments
One Response to “Gratuita mente – Il numero natalizio di generAzione rivista”
  1. iurimoscardi ha detto:

    Reblogged this on IL TUBERO DI CHERNOBYL and commented:

    Il numero XXII di generAzione rivista è uscito a ridosso di Natale: parlava di gratuità, e ha anche un bellissimo speciale natalizio a disegni in omaggio.
    Da leggere.

scrivici che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Lettori

    • 81,669
  • Archivio

  • Iscrivendoti potrai leggere gli articoli appena postati, i commenti fatti, le immagini pubblicate.

  • La rivista e l'intero materiale presente su questo sito appartengono ai loro legittimi proprietari. Le opere possono essere trasmesse purché siano segnalati gli autori e non sia a scopo di lucro. Tutto quello che viene scritto nella rivista e sul sito è espressione individuale del suo autore. Le immagini utilizzate sono sempre degli autori di generAzione e dei suoi collaboratori, dove non indicato sono state prese dal web ricercando immagini in CC e prive di copyright. Se vedi un'immagine che ti appartiene contattaci subito e la toglieremo.

    Creative Commons License 2013 - generAzionerivista
  • Creative Commons License

    Ebuzzing - Top dei blog - Letteratura Ebuzzing - Top dei blog - Cultura