Un concorso per ricordare Stefano

Stefano Fontana era un ragazzo poco più grande di me, lo conoscevo di persona anche se non ci frequentavamo: essendo gli anni del liceo, i confini della conoscenza di una persona erano molto labili, così come la fama che uno poteva avere. Fatto sta che sapevo chi era, che faceva il classico e che era molto impegnato politicamente (e molto a sinistra).
Un giorno dell’estate 2011 però ho saputo anche che Stefano non c’era più. E in quell’istante ho saputo definire con precisione assoluta il significato della parola “shock”: ma come poteva essere possibile? Non si muore a 27 anni. Eppure, tutto vero.

Ci sono molti modi per reagire a una situazione del genere. Tra questi, quello che ha più significati è quello che hanno portato avanti gli amici più stretti di Stefano, che hanno raccolto in un libro − intitolato Zero a zero − le storie, i racconti, le poesie che Stefano aveva lasciato dietro di sé in tanti quaderni. Quello che, partito in sordina, sembrava essere un regalo postumo e un ricordo personale, si è pian piano ampliato fino a diventare una fonte di riflessione: numerose presentazioni, nelle scuole e nei luoghi di cultura della Valle Camonica, hanno stimolato gli amici di Stefano a promuovere sempre più questo suo libro, un po’ suo ma un po’ anche loro. In particolare, il libro stesso diventava oggetto di un dibattito sempre più ampio.

È così che, grazie ai proventi delle vendite, gli amici di Stefano hanno deciso di promuovere la cultura e la lettura organizzando un concorso letterario di racconti inediti. La scadenza è fissata al 9 giugno 2013, la partecipazione è aperta a tutti e il tema scelto è Prigioni: letterali o metaforiche, reali o immaginarie, individuali o collettive. I racconti possono essere inviati in forma cartacea, per posta a Concorso letterario Zero a Zero, via Achille Grandi 4, 25047, Darfo Boario Terme (BS) oppure in pdf a concorsozeroazero@gmail.com. La commissione tecnica di valutazione è composta dai tre professori Maurizio Perini, Antonella Rao e Francesco Natarelli e la premiazione avverrà entro la fine di luglio (i vincitori saranno contattati a inizio luglio). Al primo classificato andranno 500 €, al secondo 300 e al terzo 150, mentre i racconti giudicati validi dalla commissione (anche se non premiati) verranno pubblicati sul sito.
Per qualsiasi altra informazione, visitate il sito del libro oppure scrivete a concorsozeroazero@gmail.com.
L’iniziativa è splendida, a tutti buona fortuna.

Annunci
Comments
4 Responses to “Un concorso per ricordare Stefano”
  1. tramedipensieri ha detto:

    Non si potrebbe pubblicare, qui…almeno una sua poesia?
    Grazie….e grazie anche per questa iniziativa.

    buona giornata
    .marta

    • iurimoscardi ha detto:

      Color anice
      Fumare una sigaretta
      riempirsi di nuovo il bicchiere
      accendere la luce
      affacciarsi alla finestra
      interrogarsi
      aprire il frigorifero
      scavare dentro di sé
      uscire per strada
      scorrere la rubrica del telefono
      rileggere vecchi messaggi
      chiedersi perché
      starsene a fissare delle fotografie
      pensare e ripensare ai tuoi occhi
      cercare dei giorni felici
      parlare di tutto questo
      battere dei tasti su una tastiera
      tutto è inutile
      e piangere non serve a niente.

scrivici che ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Lettori

    • 81,669
  • Archivio

  • Iscrivendoti potrai leggere gli articoli appena postati, i commenti fatti, le immagini pubblicate.

  • La rivista e l'intero materiale presente su questo sito appartengono ai loro legittimi proprietari. Le opere possono essere trasmesse purché siano segnalati gli autori e non sia a scopo di lucro. Tutto quello che viene scritto nella rivista e sul sito è espressione individuale del suo autore. Le immagini utilizzate sono sempre degli autori di generAzione e dei suoi collaboratori, dove non indicato sono state prese dal web ricercando immagini in CC e prive di copyright. Se vedi un'immagine che ti appartiene contattaci subito e la toglieremo.

    Creative Commons License 2013 - generAzionerivista
  • Creative Commons License

    Ebuzzing - Top dei blog - Letteratura Ebuzzing - Top dei blog - Cultura